NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookies

Cosa sono i cookie? I cookie sono piccoli file che vengono scaricati sul computer dell'utente quando questi accede a determinati siti web. I cookie, tra l'altro, permettono a un sito web di memorizzare e recuperare informazioni sulle abitudini di navigazione di un utente o del suo computer. A seconda dei dati in essi contenuti e del modo in cui il computer viene utilizzato, i cookie possono essere usati per riconoscere un utente. Di quali cookie si serve questo sito web? Cookie tecnici I cookie di questo gruppo permettono all'utente di navigare tra le pagine di un sito web, su una piattaforma o un'applicazione e di utilizzare le diverse opzioni e servizi proposti. Consentono, ad esempio, di controllare il traffico e la comunicazione dei dati, identificare una sessione, accedere ad aree riservate, ricordare gli elementi che compongono un ordine, effettuare l'acquisto di un prodotto, presentare la richiesta di iscrizione o partecipazione a un evento, utilizzare strumenti di sicurezza durante la navigazione, memorizzare contenuti per la diffusione di materiale audio e video o, ancora, condividere contenuti attraverso le reti sociali. Cookie di personalizzazione I cookie di questo gruppo permettono all'utente di accedere al servizio con alcune caratteristiche generali predefinite in funzione di una serie di criteri individuati nel terminale dell'utente stesso, quali la lingua, il tipo di browser attraverso cui si accede al servizio, la configurazione regionale della zona da cui si accede al servizio, ecc... Cookie analitici I cookie di questo gruppo permettono al soggetto che ne è responsabile di monitorare e analizzare il comportamento degli utenti del sito web cui tali cookie sono vincolati. Le informazioni raccolte attraverso cookie di questo tipo vengono utilizzate per misurare l'attività del sito web, dell'applicazione o della piattaforma in questione e per elaborare un profilo, in termini di navigazione, degli utenti. Lo scopo è introdurre miglioramenti di vario genere sulla base dell'analisi dei dati riguardanti l'uso che gli utenti fanno del servizio. Panoramica dei cookie utilizzati in questo sito web:

Fornitore Nome Scopo Per maggiori informazioni
Google Analytics _ga _dc Questi cookie raccolgono informazioni anonime sul comportamento di navigazione degli utenti del sito web. L'obiettivo è conoscere l'origine delle visite e altri dati statistici di questo tipo. Norme sulla privacy di Google Componente aggiuntivo per la disattivazione di Google Analytics
bikestoreudine.it PHPSESSID Questo cookie consente all'utente di visualizzare le pagine del sito e di interagire con esse.  
NXTCK tc lsa uuuid ccv2 nxtck_srv Questi cookie consentono di mostrare messaggi pubblicitari relativi alla marca su altri siti web. Politica sulla privacy di NextPerformance
bikestoreudine.it layer_cookies Questi cookie memorizzano unicamente le preferenze sui cookie indicate dall'utente.  

Come disabilitare o eliminare i cookie? è possibile autorizzare, bloccare o rimuovere i cookie installati sul proprio computer modificando la configurazione delle opzioni del proprio browser. Se si disattivano o eliminano i cookie, tuttavia, è possibile che non si riesca ad accedere a determinate aree del sito web o ad utilizzare alcuni dei servizi offerti. Per maggiori informazioni sulla gestione dei cookie, vi invitiamo a consultare le istruzioni del vostro browser cliccando su uno dei link indicati di seguito:

  • Per maggiori informazioni su Internet Explorer, fare clic qui.
  • Per maggiori informazioni su Firefox, fare clic qui.
  • Per maggiori informazioni su Google Chrome, fare clic qui.
  • Per maggiori informazioni su Safari, fare clic qui.
  • Per maggiori informazioni su Opera, fare clic qui.

Bike Store Udine: il blog

Filter Project

News dal Blog

Default Image

Giusta posizione in bici: i consigli di Bike Store

Com’è noto, il ciclismo è considerato non solo uno sport affascinante, che attira miliardi di appassionati. È uno sport completo ma anche divertente, a cui tutti possono dedicarsi. Per praticare il ciclismo, però, bisogna trovare il corretto equilibrio perfetto tra il ciclista e il suo mezzo. Ecco perché la giusta posizione in bici è un elemento estremamente importante.

 

Ogni ciclista dispone di una corporatura ed una struttura fisica uniche ed irripetibili. Chiunque, inoltre, detiene dei difetti e delle particolarità, per questo è ovviamente impossibile che le regolazioni di una bicicletta vadano bene per due diverse persone.

 

La giusta posizione in bici viene calcolata grazie al rapporto con cinque elementi del veicolo con cui il ciclista viene a contatto, che sono:

  • il manubrio su cui si posano le due mani

  • i pedali su cui poggiano i piedi

  • la sella sul quale si posa il bacino

La giusta posizione in bici: come scoprirla

La giusta posizione in bici si raggiunge grazie all’equilibrio di tutte le regolazioni possibili. Esse devono inoltre risultare proporzionate alla corporatura dell’utente del veicolo.

 

L’equilibrio biomeccanico raggiunto permette di usare al meglio i propri muscoli, ma non solo. Grazie alla giusta posizione in bici si evita la dispersione di energia ed i problemi causati dalle posizioni sbagliate.

 

Come si trova la giusta posizione in bici? Bisogna modificare gli elementi regolabili della bicicletta nell’ordine corretto. Tra di essi, infatti, c’è un rapporto molto stretto, la regolazione di un elemento può influenzare anche tutti gli altri!

 

I paramenti da considerare sono:

  • posizione del piede sul pedale

  • altezza della sella

  • arretramento della sella

  • distensione sulla bici

  • scarto sella-manubrio

La giusta posizione in bici sul modello da donna

Le caratteristiche del corpo di una donna sono notoriamente differenti da quelle del corpo di un uomo. A parità di altezza, infatti, sono presenti avambracci più corti, femori più sviluppati e un bacino più ampio.

 

La giusta posizione in bici si trova con distanza sella e manubrio minori e sella più alta. La sella, inoltre, deve essere di una tipologia particolare perché le tuberosità del bacino hanno una conformazione differente rispetto a quelle di un uomo.

La giusta posizione in bici sulla mountain bike

La giusta posizione in bici quando si utilizza una MTB è più eretta rispetto a quella del ciclista su strada. Serve infatti a garantire la giusta pressione sulla ruota posteriore.

 

Inoltre, l’altezza della sella sarà leggermente più bassa, così come di conseguenza cambieranno i valori di arretramento e di scarto tra sella e manubrio.

La giusta posizione in bici nel cicloturismo

Chi viaggia con questo veicolo sa che la giusta posizione in bici dipende dal manubrio, dagli  angoli del tubo piantone più rilassati, da altezze e sezioni differenti.

 

Le caratteristiche ergonomiche di una bici per cicloturismo, infatti, sono pensate apposta perché il ciclista dovrà passarci ore.

Quanto tempo stai a spostarti? Bici, bus, auto o a piedi: perché usare l’ e-bike

Cercare di fare un confronto obiettivo tra i vari mezzi di trasporto significa in realtà dover mettere sul piatto della bilancia numerosi fattori: qual è quello che inquina di meno? Quale il più economico? Quale mezzo di trasporto assicura il maggior comfort e libertà di movimento? Ma c’è un altro aspetto da esaminare e che interessa nello specifico chi deve economizzare sui viaggi, ad esempio per andare al lavoro oppure per muoversi agevolmente in città: i tempi di percorrenza legati ad ogni singolo mezzo.

L’e-bike batte in velocità la bici tradizionale, l’auto e il bus

Ovviamente in questa classifica non rientra alcun tipo di considerazione per lo spostamento a piedi, che -dal punto di vista della velocità di spostamenti appunto – risulta il più lento e meno consigliato. Vediamo in base a quali fattori scegliere per assegnare il primo posto per la velocità e la versatilità degli spostamenti,  tra una bici tradizionale/ e-bike, un’auto e un bus.

Sono molte le ricerche e gli esperimenti fatti in tal senso, soprattutto in alcune grandi città del nord attanagliate in modo perenne nella morsa del traffico. Per procedere con le verifiche si stabilisce un percorso da un punto A ad un punto B, con partenza ovviamente alla stessa ora, e si calcolano i tempi di percorrenza in base al mezzo di trasporto assegnato. Ecco i risultati.

L’auto si posiziona in modo inevitabile all’ultimo posto di questa classifica. Per quanto questo mezzo di trasporto sia privilegiato per tanti altri motivi, per quanto riguarda la velocità di spostamenti in città risulta a dir poco penalizzate. Code di traffico, attese ai semafori, tempi biblici per trovare un parcheggio: per chi deve percorrere ripetutamente le stesse distanze ogni giorno, meglio cercare un mezzo alternativo.


Default Image

Dritti, da corsa e mezza corsa: scegli il manubrio che fa per te

 

La scelta del manubrio della tua bicicletta non è secondaria. Infatti il manubrio determina innanzitutto la manovrabilità della tua bici. È perciò opportuno scegliere il manubrio della bicicletta più comodo, funzionale e idoneo al proprio stile di pedalata, a seconda che si preferisca una guida sportiva o urbana.

 

D’altra parte il manubrio, sia esso dritto, da corsa o mezza corsa, influisce notevolmente sulla posizione che il tuo corpo assume in sella alla bicicletta, e dunque sul tuo comfort. Ecco perché è  importante una piega del manubrio né troppo grande, né troppo piccola rispetto alla larghezza delle tue spalle, al fine di evitare problemi muscolari o di respirazione.

Leggi tutto: Dritti, da corsa e mezza corsa: scegli il manubrio che fa per te

A lavoro in bici, Conviene?

Andare a lavoro in bicicletta: salutare, economico, veloce e perché no, in alcuni casi anche remunerativo, quando è l’azienda stessa che paga in più i dipendenti che utilizzano questo mezzo di trasporto. Tanti vantaggi per una scelta che fa parte di un vero e proprio stile di vita.

I fattori da considerare per andare a lavoro in bici

 

Il primo da tenere in considerazione riguarda la distanza casa-lavoro: se questa è contenuta e l’idea di fare movimento non spaventa, ecco che allora diventa una scelta non solo possibile ma anche preferibile sotto molti aspetti. Muoversi in bicicletta è economico: nessun costo di carburante, nessuna assicurazione né altre tasse da pagare, maggiore versatilità e velocità negli spostamenti (senza preoccupazioni di traffico o parcheggio da dover cercare!).

Le uniche accortezze che questo genere di mezzo richiede riguardano l’abbigliamento e le condizioni atmosferiche. Va da sé infatti che se il tipo di lavoro svolto richiede in modo tassativo la giacca e la cravatta, allora andare a lavoro in bici può risultare problematico, perché si arriva sempre accaldati se non proprio sudati. E se piove o fa particolarmente freddo, si deve essere certi di poter avere un’alternativa a disposizione, come mezzi pubblici efficienti o un’auto.

 

Mi pagano per andare a lavoro in bici?

Molte aziende hanno aderito anche al progetto di mobilità sostenibile del ministro Galletti che ha stanziato 35 milioni di euro per promuoverla. Al momento le città interessate sono Torino, Milano, Rimini, Vicenza e Bari che sulla scia del modello francese già di successo, stanno pagando i lavoratori per andare a lavoro in bici. Niente più targhe alterne dunque, nessun tipo di altre limitazioni al traffico per cercare di arginare l’inquinamento atmosferico: semplicemente il bonus da ricevere in busta paga riguarda i chilometri percorsi per coprire il percorso casa-lavoro, che in città come Milano e Torino verrebbero retribuiti a 25 cent/km.

Bici per Polizia Locale

La polizia locale va in bicicletta grazie a Bike Store di Udine

La polizia locale va in bicicletta grazie a Bike Store di Udine

Il giorno 8 giugno il responsabile del negozio Bike Store di Udine consegna alla Polizia Locale due mountain bike personalizzate per aiutare i vigili a svolgere agilmente il proprio compito.

 

Udine, 8 giugno 2016. Si è svolta la cerimonia di consegna delle mountain bike super tecnologiche, fornite dal negozio Bike Store di Udine, alla Polizia Locale cittadina.

Alla presenza del Sindaco Furio Honsell, dell’Assessore all’Ambiente e alla Mobilità Enrico Pizza e del comandante della Polizia Locale Sergio Bedessi, il resposabile del negozio ha potuto presentare le due biciclette che, da oggi, saranno uno strumento in più nelle mani degli agenti.

Si tratta di due mountain bike modernissime e soprattutto personalizzate proprio per i vigili, con grafiche ed accessori - come gli utili caschetti e lampeggianti a norma - che le rendono subito identificabili ed estremamente efficienti.

L’assessore Pizza sottolinea l’importanza e l’utilità della squadra in bicicletta, definendo le mountain bike come «Uno strumento che permette di migliorare flessibilità e tempistiche d’intervento, facendo sentire nel contempo al cittadino una presenza ancor più vicina e attenta».

Durante il primo anno di attività, infatti, da parte del nucleo su due ruote sono state segnalate ed adeguatamente punite ben 4.522 infrazioni al Codice della strada.

Il negozio Bike Store di Udine è presente da anni in città e si occupa della vendita di biciclette di diverse tipologie, dalle mountain bike fino alle nuovissime biciclette elettriche. Ultimamente è stato anche nominato come fornitore ufficiale di bici per il servizio di bike sharing di Udine.

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito internet www.bikestoreudine.it, contattare il negozio al numero 0432 545534 o all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure recarsi direttamente in sede, in via via A. Caccia, 44 ad Udine.

Restare in forma, rispettare l’ambiente e risparmiare

I vantaggi di utilizzare la bici, da quella tradizionale alle più innovative elettriche con pedalata assistita. Tanti benefici per l’organismo e per la forma fisica, rispetto per l’ambiente e un notevole risparmio in termini di denaro e di tempo.

Muoversi in bicicletta: tutti i vantaggi

Andare al lavoro in bici. Anche se la città è inquinata restano i vantaggi dello scegliere questo mezzo di trasporto, laddove la distanza casa- lavoro lo permette. Uno studio del Centre for Diet and Activity Research (CEDAR) e del Medical Research Council Epidemiology Unit, presso l’Università di Cambridge, in collaborazione con l’Università dell’East Anglia ha dimostrato infatti che i benefici derivanti dall’attività fisica superano di gran lunga quelli dell’inquinamento atmosferico a cui si è più esposti che stando in auto.

 

Leggi tutto ...Restare in forma, rispettare l’ambiente e risparmiare

Bicicletta elettrica a pedalata assistita, un nuovo modo di concepire tempo libero e lavoro.

Bicicletta a pedalata assistita, una tendenza "green" in aumento

Mobilità e tempo libero, sono queste le 2 caratteristiche principali che l’acquisto di una bici elettrica può portare a chi ne faccia uso. Ideale per coprire lunghe distanze evitando l’uso dei mezzi pubblici o privati, o semplicemente per il proprio tempo libero, la bici elettrica sta diventando l’oggetto del desiderio di molti italiani. 

La riprova in uno studio delle OnePull che rivela che su di un campione di 1000 persone l’88% sarebbe disposto ad investire anche 1000€ nell’acquisto di una bici elettrica. Il 56% delle persone ha dichiarato che vorrebbe utilizzarla per brevi o lunghe distanze evitando l’uso della propria auto, il restante 36% considera la bici elettrica un buon modo per mantenersi in forma e restare attivi.

bicicletta elettrica pedalata assistita 

La bicicletta elettrica a pedalata assistita è una normalissima bicicletta a cui viene “aggiunto” un piccolo motore elettrico che ci aiuta a spingere sui pedali e si accende solamente quando pedaliamo “assistendoci”. Lo sforzo che facciamo quando siamo seduti su di una bicicletta a pedalata assistita viene rilevato da un sensore che provvede a comunicare questo dato al piccolo motore che eroga una potenza adeguata per eseguire l’assistenza. Maggiori dettagli su questo tipo di bicicletta possono essere letti consultando la specifica pagina di Wikipedia dedicata alle biciclette a pedalata assistita.

Il motore inserito all’interno di queste biciclette elettriche a pedalata assistita di solito sviluppa una potenza pari a 250W per circolare ad una velocità massima di 25Km/H. Può essere inserito sia nella ruota posteriore che anteriore ma dati alla mano la migliore soluzione resta la posizione centrale che permette di sfruttare bene sia la batteria che la distribuzione dei pesi.

“Con delibera Presidenziale UNIONCAMERE FVG del 27/5/2016 è stato prorogata al 30/09/2016 la data di scadenza per la presentazione delle domande per l’acquisto di biciclette elettriche a pedalata assistita”. Grazie a questi incentivi si vuole aumentare l’utilizzo di questo strumento “green” che aiuta a combattere lo smog e i problemi di traffico e affollamento dei mezzi pubblici.

Pedalata assistita con bike sharing

Vi segnaliamo la BIKE STORE SNC di Udine che da diversi anni è attiva nel campo delle bici elettriche e con grande esperienza e professionalità vi guiderà nella scelta della migliore bicicletta in base alle vostre esigenze. Bike Store inoltre è fornitore ufficiale delle bici per il bike sharing di Udine e offre la possibilità di noleggio di una MTB motorizzata BOSCH.

Bike Store SNC ha sviluppato una collaborazione con la nota casa costruttrice ATALA ed offre ai suoi clienti il meglio della produzione di questo e di altri grandi marchi. Che siate bambini, adulti o professionisti all’interno dell’esposizione troverete la bicicletta che fa al caso vostro.